Chiarimenti su modalità d'erogazione degli incentivi agli Investimenti 2016 per l'autotrasporto - Legacoop Produzione Servizi
70572
post-template-default,single,single-post,postid-70572,single-format-standard,qode-news-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

Chiarimenti su modalità d’erogazione degli incentivi agli Investimenti 2016 per l’autotrasporto

Roma, 12 aprile 2018 – Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con la circolare n.6799 dell’11 aprile 2018 (DM 243/2016 – Circolare MIT su Investimenti 2016) ha fornito alcuni chiarimenti in merito al Decreto riguardante gli Incentivi all’autotrasporto per l’annualità 2016, soprattutto sulle modalità operative dell’erogazione delle risorse a seguito della conclusione delle attività istruttorie inerenti il Decreto Ministeriale 19 luglio 2016 n. 243.

Il Ministero dei Trasporti precisa che per l’accoglimento, presso il TAR del Lazio, del ricorso presentato dall’AIRA (Associazione italiana dell’imprese di rottamazione) che ha dichiarato l’illegittimità del D.M 243/2016 nella parte relativa all’erogazione degli incentivi per la radiazione di veicoli per esportazione fuori dell’UE, avverso la quale il MIT ha comunque proposto appello al Consiglio di Stato.

La Direzione per il trasporto stradale e per l’intermodalità informa che:

  • l’erogazione dei contributi per la radiazione per rottamazione con contestuale acquisizione di veicoli nuovi Euro 6 sarà effettuata in modo parziale in attesa della sentenza definitiva che dichiari la legittimità o meno della normativa relativa alla radiazione per esportazione;

  • l’erogazione dei contributi per la radiazione per esportazione al di fuori del territorio dell’UE con contestuale acquisizione di veicoli nuovi Euro 6 è sospesa in attesa della sentenza definitiva che dichiari la legittimità o meno della normativa di riferimento impugnata e per la quale è stato proposto appello al Consiglio di Stato;

  • l’erogazione dei contributi per l’acquisto di veicoli nuovi di fabbrica (individuati come categoria “A”), anche mediante locazione finanziaria, di massa complessiva a pieno carico superiore alle 3,5 tonnellate ed a trazione alternativa elettrica, a metano (GNC) e gas naturale liquefatto (GNL) e per l’acquisto di casse mobili e rimorchi o semirimorchi portacasse (individuati come categoria “D”) sarà effettuata in forma integrale.

    Il Ministero ha comunicato, inoltre, che i pagamenti dei contributi avverranno in forma scaglionata a decorrere dal mese di aprile dopo aver comunicato agli interessati i risultati delle fasi istruttorie effettuate e che eventuali residui sorti, a seguito di ulteriori rimodulazioni dei fondi, saranno erogati al termine della prima fase di erogazione dei contributi stessi.