Innovazione: la cooperazione di produzione e servizi in visita all’Istituto TeCIP dell’Università Sant’Anna di Pisa - Legacoop Produzione Servizi
75196
post-template-default,single,single-post,postid-75196,single-format-standard,qode-news-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

Innovazione: la cooperazione di produzione e servizi in visita all’Istituto TeCIP dell’Università Sant’Anna di Pisa

Pisa, 17 maggio 2019 – Una giornata dedicata all’innovazione, allo studio e al trasferimento di conoscenze tecnico scientifiche quella che si è tenuta lo scorso 15 maggio a Pisa durante la quale alcune tra le principali imprese cooperative aderenti a Legacoop Produzione e Servizi hanno avuto l’opportunità di partecipare ad una visita studio presso i laboratori dell’Istituto TeCIP della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Centro di Eccellenza del Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica per le tecnologie della Comunicazione, dell’Informazione e della Percezione.

La Scuola Superiore Sant’Anna è tra gli otto competence center per industria 4.0 del Ministero dello Sviluppo Economico, con cui Produzione e Servizi ha stipulato nel 2018 un protocollo d’Intesa volto alla collaborazione e all’applicazione dell’innovazione per diffondere su settori e territori conoscenze e tecnologie in grado di arricchire l’offerta di prodotti e servizi, di incidere sulla produttività e sulla competitività delle imprese cooperative.

La visita, organizzata sotto la guida di Angelo Migliarini, Vicepresidente Vicario di Legacoop Produzione e Servizi con delega all’innovazione, è stata preceduta da un incontro con la neo rettrice della Scuola, Prof.  Sabina Nuti, docente di Economia e Gestione delle Imprese all’Istituto di Management.

Una collaborazione con un’istituzione come la vostra è per noi strategica – ha commentato la rettrice Nuti – ci sono alcuni aspetti relativi alla vostra missione che ci accomunano e che credo possano valorizzare la nostra collaborazione. L’università ha bisogno di collaborazioni con il contesto industriale e con le aziende di servizi per collegare sapere e visione del mondo in cui viviamo. Questo è per noi un elemento fondamentale”.

La visita è stata preceduta da alcune brevi presentazioni in aula eseguite da Ernesto Ciaramella, Docente ordinario di Telecomunicazioni e coordinatore dell’area di ricerca “Communication – Reti e Tecnologie Fotoniche”, Carlo Alberto Avizzano, ricercatore di Automazione e coordinatore unità di ricerca in robotica percettiva, e Giorgio Buttazzo, docente ordinario di Computer Engineering e coordinatore del gruppo di ricerca in Real Time Systems.

I docenti hanno offerto una visione sintetica di tutti i principali topics maggiormente legati all’interazione con le aziende, così da gettar le basi ed individuare le aree di interesse per approfondimenti futuri con le singole imprese.

La visita vera e propria, finalizzata a conoscere nel concreto le attività di ricerca e formazione che si svolgono all’interno dei laboratori, ha riguardato, in particolare, i Laboratori Aree Communication e Embedded System e il Laboratorio di Robotica Percettiva (PERCRO) dell’Istituto, che è stato visitato sotto la guida di Alessandro Filippeschi, ricercatore in meccanica applicata, area di ricerca Interazione Uomo-Macchine.

La giornata ha rappresentato un’occasione di arricchimento, generatrice per le imprese di spunti necessari per comprendere la propria collocazione nel prossimo futuro e stimolatrice nell’interrogarsi su quali possono essere le future applicazioni tecnologiche all’interno delle proprie imprese. Una giornata che ha gettato un primo passo verso un grande obiettivo: far diventare l’innovazione da slogan a pratica reale per le imprese.