Mepa: Consip inserisce la nuova categoria "Progettazione e verifica di opere di ingegneria civile" - Legacoop Produzione Servizi
75755
post-template-default,single,single-post,postid-75755,single-format-standard,qode-news-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

Mepa: Consip inserisce la nuova categoria “Progettazione e verifica di opere di ingegneria civile”

Roma, 25 giugno 2019 –  Una nuova opportunità per le pubbliche amministrazioni e per i professionisti che lavorano nel settore dell’edilizia civile: si tratta della nuova categoria appena attivata nel Bando Servizi del Mepa, nell’ambito dei “Servizi professionali”, denominata “Progettazione e verifica di opere di ingegneria civile

Quattro le tipologie di servizi disponibili:

  • Valutazione della vulnerabilità sismica di opere di ingegneria civile
  • Progettazione di opere di ingegneria civile
  • Verifica della progettazione di opere di ingegneria civile
  • Verifica dei modelli BIM *

 

In particolare, la nuova categoria ha inglobato al suo interno i “Servizi di valutazione della vulnerabilità sismica”, precedentemente inseriti nella categoria “Servizi Professionali – Architettonici, di costruzione, ingegneria e ispezione e catasto stradale”. L’obiettivo di tali servizi è quello di semplificare e rendere più veloce l’individuazione e l’ingaggio di società e professionisti che possano supportare le PA (in particolare quelle che possiedono e/o gestiscono un ampio patrimonio immobiliare, ad es l’Agenzia del Demanio) durante i diversi momenti sia di valutazione che di verifica del rischio sismico degli immobili.

Inoltre, l’inserimento del servizio di “verifica dei modelli BIM” è in linea con la normativa che da gennaio 2019 stabilisce l’obbligo di utilizzare tale metodologia per appalti complessi di importi superiori a 100 milioni di euro di lavori. Le amministrazioni possono scegliere di affidare il solo servizio di verifica dei modelli BIM nel caso avessero provveduto ad appaltare autonomamente servizi di progettazione e restituzione di modelli BIM.

I professionisti che possono richiedere l’abilitazione per la nuova categoria sono ingegneri iscritti al settore “Ingegneria Civile e Ambientale”; architetti; geometri e geometri laureati.

Tutti i servizi offerti non prevedono la pubblicazione di un catalogo, ma possono essere affidati esclusivamente attraverso una Richiesta di Offerta (RdO) o una Trattativa Diretta (TD).

Per scoprire tutte le opportunità del Mepa vai su www.acquistinretepa.it

* BIM è l’acronimo di “Building Information Modeling” (Modello di informazioni di un edificio) ed è definito dal National Institutes of Building Science come la “rappresentazione digitale di caratteristiche fisiche e funzionali di un oggetto”. Il BIM è un “contenitore di informazioni sull’edificio” in cui inserire dati grafici (come i disegni) e specifici attributi tecnici (come schede tecniche e caratteristiche) anche relativi al ciclo di vita previsto. Per tutti i livelli di progettazione è possibile prevedere la restituzione in formato BIM per realizzare un percorso che, attraverso le più innovative metodologie conoscitive, rappresentative, organizzative e di processo, consenta di gestire l’intero ciclo di vita dell’immobile.

 

Fonte: Consip