Presentato a Milano da Coop Eticae il libro “Stewardship: la nuova sostenibilità?” - Legacoop Produzione Servizi
72654
post-template-default,single,single-post,postid-72654,single-format-standard,qode-news-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

Presentato a Milano da Coop Eticae il libro “Stewardship: la nuova sostenibilità?”

Milano, 8 ottobre 2018 – Si intitola “Stewardship: la nuova sostenibilità? il nuovo libro di Annalisa Casino, con la prefazione di Rossella Sobrero, presentato al salone della CSR e dell’Innovazione sociale di Milano.

Nel volume, pubblicato da Aracne Editrice, l’autrice si propone di indagare il concetto di stewardship in relazione con la sostenibilità e la CSR, al fine di esplicitarne punti di contatto e differenze, partendo dall’assunto che nessun approccio è migliore dell’altro o totalmente esaustivo rispetto alle esigenze dei tempi moderni, ma, ciascuno a suo modo, contribuisce attivamente ad una più responsabile ed etica gestione delle risorse.

«Come nasce questa pubblicazione?», abbiamo chiesto ad Annalisa Casino – Presidente della cooperativa di servizi ETICAE – Stewardship in Action e già autrice nel 2014 del libro: “Stewardship. Politiche e pratiche per una gestione etica delle risorse”.

«Questo libro – ci racconta Annalisa Casino – nasce con l’intento di rispondere alle domande che mi rivolgono più di frequente quando parlo di stewardship: stewardship e sostenibilità sono la stessa cosa? L’una è un’evoluzione dell’altra? Che rapporto c’è tra stewardship e la Responsabilità Sociale d’Impresa? Le molteplici applicazioni della stewardship, – continua l’autrice – sono il motivo per quale, a tutt’oggi, risulta difficile, anche per gli addetti ai lavori, parlare di stewardship con una definizione univoca e nello stesso linguaggio, poiché i diversi ambiti di impiego non dialogano tra loro. Per questo motivo, ho deciso di coinvolgere nella redazione del testo i principali attori italiani e non, al fine di affidare loro l’arduo compito di spiegare, significato e applicazione della stewardship, ciascuno per il proprio ambito di riferimento».

Il libro, infatti, si articola in due macro sezioni: una generale, curata da Mirko Perano e Raffaella Montera, dedicata al tema della Stewardship Theory, sostenibilità e co-creazione di valore; ed una affidata ai co- autori: Lorenzo Faregna, Antonio Federici, Diego Florian, Francesco Menichetti, Francesca Oppia, Caterina Palombo e Tom Vereijken; con il compito di illustrare i principali standard e politiche di stewardship. Nel testo, dunque, si analizzano i modelli di: land stewardship, stewardship antibiotica e sanitaria, FSC Italia, MSC Italia, la product stewardship (con particolare riferimento all’utilizzo negli agrofarmaci e nei fertilizzanti), la water stewardship, i codici e i principi di stewardship finanziaria.

Il volume, promosso da ETICAE – Stewardship in Action e con il contributo di Stewardship Italia, MSC Italia ed European Water Stewardship, è stato presentato lo scorso 2 ottobre al Salone della CSR presso l’Università Bocconi di Milano. All’evento di presentazione erano presenti, oltre l’autrice, Katia De Luca, Coordinatrice nazionale di Generazioni Legacoop, e Diego Florian, Direttore FSC Italia.