Progetto Italia - Il Presidente Carlo Zini: “Salvaguardare l’intero settore delle costruzioni” - Legacoop Produzione Servizi
76149
post-template-default,single,single-post,postid-76149,single-format-standard,qode-news-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

Progetto Italia – Il Presidente Carlo Zini: “Salvaguardare l’intero settore delle costruzioni”

Roma, 29 luglio 2019 La nascita di un nuovo grande soggetto industriale nel mercato delle infrastrutture per competere a livello internazionale è fondamentale anche per la salvaguardia del sistema produttivo italiano e le condizioni per assistere l’intervento di capitali pubblici nell’operazione devono perciò ispirarsi a questo criterio di interesse generale”. Così Carlo Zini, Presidente di Legacoop Produzione e Servizi,valuta l’operazione Progetto Italia.

“Occorre pertanto – sottolinea il Presidente dell’Associazione delle cooperative salvaguardare anche l’intera filiera degli appaltatori coinvolti nei tanti cantieri che saranno interessati dall’operazione attraverso il rispetto dei contratti sottoscritti, evitando di scaricare su di essi il costo dell’operazione attraverso l’obbligo di accettare, quali strumenti di pagamento, strumenti finanziari di partecipazione all’operazione”.

Zini evvidenzia, inoltre, la necessità di tutelare la concorrenza nel mercato italiano, “ragion per cuiriteniamo che il Progetto Italia, fortemente sostenuto da capitali pubblici, debba comunque mantenere una forte vocazione per i mercati internazionali”.

“Insomma – conclude Zini – l’intervento deve salvaguardare nel suo complesso l’industria delle costruzioni che ha attraversato e sta ancora attraversando il periodo di crisi più grave della storia economica del nostro Paese”.

Comunicato stampa – Progetto Italia, Zini (Legacoop Produzione e Servizi): salvaguardare intero settore costruzioni

Rassegna stampa comunicato Progetto Italia