Qualità del lavoro, formazione, innovazione e legalità al centro dell’Assemblea delle Cooperative di Logistica e Trasporti - Legacoop Produzione Servizi
73663
post-template-default,single,single-post,postid-73663,single-format-standard,qode-news-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

Qualità del lavoro, formazione, innovazione e legalità al centro dell’Assemblea delle Cooperative di Logistica e Trasporti

Milano, 18 gennaio 2019 – Si è tenuta il 17 gennaio a Milano, presso una sala del Westin Palace Hotel gremita per l’occasione, l’Assemblea Nazionale delle Cooperative di Logistica e Trasporti aderenti a Legacoop Produzione e Servizi. Circa 500 cooperative attive nei settori della logistica e movimentazione merci, nel trasporto merci e nel trasporto persone, per un valore della produzione pari a 2,88 miliardi nel 2017 e per una forza lavoro pari a quasi 42.000 addetti, di cui il 75% sono soci. Una cooperazione in crescita in questi anni, che pur soffrendo di un mercato frequentemente, ed in modo crescente, segnato da una concorrenza sleale, ha saputo reagire facendo leva sulla capacità di incrementare qualità dell’offerta, produttività e flessibilità.

L’Assemblea, introdotta dalla relazione di Alessandro Massarelli, Responsabile del comparto Logistica e Trasporti di Legacoop Produzione e Servizi, è stata l’occasione per riflettere sulle importanti sfide, tecnologiche ed ambientali in primis, e sul futuro di un settore fortemente impegnato in un processo di rinnovamento per rispondere ad un mondo produttivo sempre più automatizzato ed interconnesso.

In questi anni – ha dichiarato Massarelli – vi è stata una forte perdita di competitività delle nostre imprese di trasporto merci rispetto ai vettori stranieri, a vantaggio di quei Paesi a più basso costo del lavoro. Per contrastare questa situazione le imprese italiane hanno iniziato a coprire il gap di produttività con una maggiore efficienza e misure più strutturate. Dobbiamo proseguire su questa strada, con un sistema di mobilità delle merci più efficiente e competitivo, proponendo politiche sulla legalità, la sicurezza, la sostenibilità e l’innovazione. Risorse, regole e confronto continuo con Governo e Parlamento sono la via da percorrere per affermare e consolidare il ruolo strategico del trasporto e della logistica per il nostro Paese”.

Accogliendo positivamente lo stanziamento di 240 milioni di euro per il triennio 2019-2021 a favore del settore, Massarelli ha sottolineato come “da anni si sta premendo per una rivisitazione dei singoli provvedimenti, andando al di là degli aiuti a pioggia, ma concentrandosi su misure per la ristrutturazione e le aggregazioni delle imprese”.

In materia di portualità, Massarelli ha sottolineato come l’Associazione abbia rafforzato la sua interlocuzione con le istituzioni competenti per valorizzare e testimoniare una presenza rilevante di cooperative associate nelle aree portuali, porti e interporti e per seguire stabilmente e fattivamente questo particolare settore che potrebbe diventare sempre più strategico per la logistica del Paese.

Il dibattito alla tavola rotonda è stato introdotto dall’intervento di Marco Melacini, Professore di Logistics Management al Politecnico di Milano e Direttore dell’Osservatorio “Contract Logistics Gino Marchet”,  con la presentazione del report 2018 dell’Osservatorio che testimonia, in base ai dati presentati, la dinamicità del settore della logistica; dinamicità riscontrata sia dalla crescita del fatturato che dall’incremento del traffico merci, sia in termini di innovazione tecnologica, startup e attenzione alla customer experience da parte delle imprese.

A seguire l’intervento di Emilio Boccalini, Presidente di AppTaxi, che ha focalizzato l’attenzione sulle nuove sfide organizzative e tecnologiche per il mondo cooperativo dei tassisti. Un settore, quello del servizio di trasporto di persone non di linea che sta conoscendo un’ondata di innovazioni che obbligano ad una profonda riflessione sulle modalità di prestazione dei servizi.

Protagoniste della tavola rotonda le cooperative del settore che hanno portato il contributo della cooperazione di logistica e trasporti alla discussione, con particolare attenzione a tematiche quali la centralità del socio lavoratore, la qualità del lavoro, la formazione, gli investimenti, i CCNL, le politiche di settore e la legalità. Sono intervenuti Livio Pallicelli, Direttore Generale Transcoop, William Giovannini, Presidente CFP Modena, Maurizio Guarducci, Presidente CDM Firenze, Lorenzo Borgi, Direttore della Logistica CLO, Carlo Dileo, Vicepresidente Aster Coop, Emanuele Marocchi, Presidente Newcoop.

Il dibattito è stato – come rimarcato da Mauro Lusetti, Presidente di Legacoop, nel suo intervento al termine della tavola rotonda – “occasione per le cooperative per misurarsi tra loro con esperienze e buone pratiche; un importante momento di confronto e condivisione, nonché di approfondimento che contribuisce ad accrescere le competenze e di conseguenze la credibilità del sistema cooperativo. Lavoro, sostenibilità, legalità, innovazione e welfare – ha sottolineato Lusetti – sono 5 pilastri che hanno caratterizzato gli interventi dei relatori e dei cooperatori in sala, gli stessi pilastri che si ritrovano all’interno del dibattito verso il 40° Congresso di Legacoop”.

Le conclusioni della mattinata sono state affidate a Carlo Zini, Presidente di Legacoop Produzione e Servizi, che, oltre a ribadire l’importanza di questi momenti di confronto e condivisione, ha ricordato come “la rappresentanza dei soci lavoratori è l’elemento distinto e fondante di Legacoop Produzione e Servizi” e come “il lavoro rappresenta il primo elemento”, sottolineando l’importanza di una partecipazione efficace ed attiva del socio alla cooperativa. Zini, sottolineato come prioritario per la cooperazione è la valorizzazione del lavoro, ha inoltre evidenziato che a tale scopo l’Associazione ha assunto l’importante impegno di accelerare la chiusura dei CCNL ancora aperti.

Al termine dei lavori dell’Assemblea è stata approvata la composizione del Comitato di comparto nazionale delle Cooperative di Logistica e Trasporti, come previsto dallo Statuto di Legacoop Produzione e Servizi.