Accordo tra CNS e Centro Sportivo Italiano per la sanificazione degli ambienti dedicati allo sport e allo svago

Bologna, 14 luglio 2020 – Ripartire in completa sicurezza, con meno costi, prestazioni ad alta tecnologia, basso impatto ambientale. Queste le caratteristiche dell’accordo quadro firmato tra CNS (Consorzio Nazionale Servizi) e CSI (Centro Sportivo Italiano) per sanificare i centri sportivi, le palestre, gli oratori, aderenti al Centro Sportivo Italiano.

Sistemi di pulizia con brevetti internazionali ad altissime prestazioni, sperimentati nei più importanti ospedali europei e in grado di risparmiare notevoli quantità di acqua ed energia.

Per la gestione delle attività il CNS si avvarrà della Piattaforma gestionale OFM (Open Facility Management) progettata dal Consorzio per offrire soluzione tecnologicamente all’avanguardia; attraverso OFM tutte le informazioni relative al servizio saranno tracciate, con alert automatici, analisi e tracking dei dati e una reportistica visualizzabile in Real time.

Tramite le APP progettate dal CNS, le società affiliate al CSI saranno in grado di interagire in tempo reale con il sistema centrale e di verificare tutte le informazioni relative all’intero processo di erogazione dei servizi.

La sanificazione degli ambienti risulta fondamentale in questo periodo, per questo – spiega Luigi Zucchelli- Direttore Area tecnica integrata e sviluppo CNS- abbiamo lanciato il progetto RiGenera che potenzia ulteriormente l’offerta del CNS nella sanificazione e l’igienizzazione degli ambienti. Siamo presenti, con le nostre 160 imprese, su tutto il territorio nazionale. La nostra struttura ci consente di assicurare tempi di risposta rapidi e un supporto qualificato nella gestione della singola richiesta di intervento, anche in emergenza, grazie a un call center dedicato e attivo H24 e all’utilizzo di tecnologie e sistemi all’avanguardia rispettosi dell’ambiente. Negli ultimi mesi è stata affidata al CNS la sanificazione post COVID-19 di importanti realtà pubbliche e private quali ad esempio Poste Italiane, Mercitalia, Unipol, Sisal, Binda, Regione Lazio, Infrastrutture Lombarde S.p.A., IRCCS Azienda Ospedaliera San Martino di Genova, ASL Napoli 1 Centro, Trenitalia, Gruppo Torinese Trasporti S.p.A., Scuola Normale Superiore di Pisa, Università di Cagliari.

La convenzione con CNS rientra nel progetto Safe sport (https://safe-sport.it/), che il CSI ha varato per ripartire in sicurezza con le attività sportive, grazie a un protocollo elaborato con il supporto della Sezione igiene, Dipartimento Scienze della Vita e Sanità Pubblica della Facoltà̀ di Medicina dell’Università̀ cattolica del Sacro Cuore. “Safe sport ora è anche una piattaforma di servizi e convenzioni – spiega Vittorio Bosio, Presidente nazionale del CSIe quella con CNS rappresenta un’opportunità, in tutta Italia, per assicurarsi servizi di sanificazione e pulizia a tutela di tutti gli atleti e le atlete e degli educatori sportivi”.

In questo modo, i centri sportivi, gli oratori, le palestre, potranno garantire la massima qualità, ai migliori costi, limitando l’impatto economico che le norme igienico-sanitarie hanno sulla ripartenza dell’attività.