Al via Patrimoni PA net: focus su nuovi modelli e strumenti per Facility e Energy Management

Roma, 27 aprile 2018 – Prenderà il via il prossimo 15 maggio il nono ciclo di lavoro di Patrimoni PA net. Il Laboratorio, nato nel 2010 dall’alleanza tra FPA e TEROTEC, si pone la duplice finalità di promuovere sul campo:

  • la diffusione di una cultura e prassi manageriale nei processi di esternalizzazione dei servizi rivolti ai patrimoni immobiliari, urbani e territoriali pubblici nell’ottica di una “partnership” tra enti pubblici ed operatori privati;
  • la rappresentazione e la condivisione di istanze e problematiche irrisolte del mercato.

Tra le diverse iniziative in cui Patrimoni PA net coinvolge attivamente gli enti pubblici, le imprese e le rispettive associazioni di rappresentanza di certo il ruolo più significativo e strategico è assunto dai Tavoli di lavoro “Committenze-Imprese”, di cui Legacoop Produzione e Servizi è componente.

Attivati già dal 2010 e concretamente orientati in un’ottica di “problem setting & solving”, i Tavoli di lavoro “Committenze-Imprese ” di Patrimoni PA net sono costituiti da qualificati rappresentanti del mondo delle PA, delle imprese e dell’università, guidati da una direzione tecnico-scientifica e da apposite strutture di coordinamento facenti capo a Terotec e a FPA.

In questo quadro, nei diversi cicli di attività, sono stati finora prodotti diversi significativi contributi in termini sia analitici che propositivi:

 

 

Il focus di lavoro 2018

Nel nuovo ciclo di lavoro, il Tavolo di Patrimoni PA net si concentrerà su un focus di lavoro di grande interesse ed attualità:

  • i modelli e gli strumenti evoluti/innovativi di appalti, concessioni, contratti e partenariato pubblico-privato per i servizi di gestione, valorizzazione e riqualificazione/innovazione energetica dei patrimoni immobiliari e urbani pubblici.

Le sempre più limitate risorse economiche pubbliche, le ancora perduranti conseguenze della crisi congiunturale e la sostanziale inadeguatezza e inattuazione della riforma degli appalti condizionano pesantemente il mercato dei servizi di Facility & Energy Management.

A fronte di queste ed altre criticità, si manifestano ancor più pressantemente le istanze settoriali degli stakeholder del mercato: le PA e le imprese di servizi.

Le PA chiamate ormai a rispondere in prima persona del proprio operato in merito alle politiche di gestione di patrimoni strettamente e strategicamente funzionali ad esigenze chiave della collettività; le imprese di servizi obbligate a ricercare nuovi fronti e opportunità di mercato per rivitalizzare/riorientare/sviluppare le proprie attività.

In questo quadro, Patrimoni PA net ritiene indispensabile puntare il focus di lavoro del Tavolo “Committenze-Imprese” su quei modelli e strumenti evoluti/innovativi di appalti, concessioni, contratti e partenariato pubblico-privato che consentano di saldare le esigenze degli stakeholder pubblici e privati nella direzione di più adeguate ed efficaci strategie e politiche di gestione, valorizzazione e riqualificazione/innovazione energetica dei patrimoni immobiliari e urbani pubblici.

Gli ambiti di applicazione sui cui si focalizzerà il Tavolo saranno i servizi di Facility & Energy Management rivolti in particolare agli edifici ospedalieri, ai beni urbani e ai beni culturali edificati: patrimoni immobiliari e urbani pubblici, questi, tra i più rappresentativi delle problematicità del mercato e delle esigenze dei diversi stakeholder e, al tempo stesso, tra i più significativi per l’adozione e la sperimentazione di nuove forme di partnership pubblico-privato, di procurement dei servizi e di investimento/finanziamento pubblico e privato.