Al via un Tavolo di lavoro su progettualità e proposte per la cooperazione dell’Italia Mediana di Legacoop Produzione e Servizi

Roma, 9 settembre 2022 – Il cambiamento degli scenari dovuti alla crisi internazionale che sta impattando fortemente sul lavoro e sui servizi delle cooperative, unito alla determinazione delle imprese di cogliere le opportunità offerte dal PNRR sui territori (ad esempio Area Cratere) necessitano di un’azione coordinata che renda significativo e riconoscibile il ruolo della cooperazione nelle scelte strategiche che si stanno compiendo.

In questo contesto è determinante il ruolo di facilitazione che Legacoop Produzione e Servizi deve svolgere a livello locale con l’ambizione di integrare processi di crescita, di condivisione e di risposta ai fabbisogni locali per garantire le migliori opportunità alle cooperative, soprattutto negli ambiti energetici, dell’edilizia e impiantistica, dell’ecologia, dei servizi e della logistica.

A tale scopo martedì 7 settembre le strutture associative regionali dell’Italia Mediana di Legacoop Produzione e Servizi, rappresentate da Matteo Ragnacci (Umbria), Riccardo Nencini (Toscana), Luca Mazzali (Abruzzo), Franco Alleruzzo (Marche) e Massimo Pelosi (Lazio), hanno incontrato la struttura nazionale di Produzione e Servizi rappresentata da Andrea Laguardia, Responsabile settori multiservizi, ristorazione, servizi ambientali, e da Francesca Montalti, Responsabile Settore industriale, con la partecipazione di Giorgio Nanni per Legacoop Nazionale.

Dall’incontro è emersa la necessità di un confronto con gli strumenti finanziari della cooperazione per rendere accessibili le risorse necessarie a sostenere le progettualità, poter anticipare le necessità delle imprese, costruire le condizioni di accessibilità, favorire processi di aggregazione “leggeri” intersettoriali anche attraverso la partecipazione al capitale e ingaggiare le strutture consortili nazionali affinché possano essere strumenti adatti al raggiungimento degli obiettivi di crescita.

I rappresentanti regionali hanno confermato la disponibilità ad un coordinamento per avviare una fase di scambio di informazioni su opportunità e progettualità in corso allo scopo di dare valore aggiunto alle cooperative, sviluppando in maniera trasversale proposte innovative, partecipate e coerenti con i processi di sviluppo territoriali e delle imprese nella logica della sostenibilità economica, sociale ed ambientale.

Dalla riunione sono emerse alcune proposte comuni per aiutare le imprese in questa difficile fase economica che saranno alla base dell’interlocuzione con le singole Regioni, come la sospensione della addizionali Irpef e Irap, la velocizzazione delle procedure di istallazioni delle fonti rinnovabili per le imprese, l’istituzione del 50% del credito di imposta sull’istallazione dei pannelli fotovoltaici e, a livello governativo, la proposta di detassare i contributi straordinari ai lavoratori per aiutare le famiglie.