ANAC – Aggiornamento Linee guida n. 5 su obbligo nomina dei commissari di gara

Roma, 19 febbraio 2019 – A seguito della necessità di introdurre delle modifiche sul testo vigente delle Linee guida n. 5 recanti “Criteri di scelta dei commissari di gara e di iscrizione degli esperti nell’Albo nazionale obbligatorio dei componenti delle commissioni giudicatrici”, il Consiglio dell’Autorità, nell’adunanza del 7 febbraio 2019, ha deliberato di avviare una breve consultazione pubblica sottoponendo all’esame degli Stakeholder il documento di consultazione recante le modifiche proposte.

Gli interventi sul testo riguardano i seguenti aspetti:

  • Trattamento del personale in quiescenza
  • Personale in posizione di distacco, comando o fuori ruolo o dipendente da altra articolazione organizzativa del medesimo ente
  • Personale interno alla stazione appaltante delegante nelle gare delegate
  • Nomina del Presidente negli appalti ad alto profilo tecnologico
  • Caratteristica della copertura assicurativa
  • Introduzione di nuove sottosezioni.

 

È stato previsto, altresì, il differimento della data di avvio dell’operatività dell’Albo ai fini dell’estrazione degli esperti, prevedendo che lo stesso sarà operativo per le procedure di affidamento per le quali i bandi o gli avvisi prevedano termini di scadenza della presentazione delle offerte a partire dal 15 aprile 2019.

Le modifiche proposte sono state evidenziate in modalità revisione, con le integrazioni in grassetto, al fine di consentirne l’agevole individuazione nell’ambito del testo.

I contributi possono essere inviati entro le ore 18.00 del 25 febbraio 2019.

Documento in consultazione
Modulo osservazioni

Avviso: per utilizzare correttamente il modulo per la compilazione e l’invio dei contributi on line si deve usare il programma Adobe Reader 8 o versioni successive. Per scaricare gratuitamente il programma Acrobat Reader: http://www.adobe.com/products/acrobat/readstep2.html. Si consiglia di salvare il modulo sul desktop del PC e aprirlo con Adobe Reader come sopra indicato. In alternativa è necessario impostare Adobe Reader come lettore predefinito del proprio browser (Internet Explorer; Firefox; Google Chrome; Safari; ecc.)