Appalti – PULIZIA SCUOLE: “Il Governo sceglie la strada sbagliata, 4.000 esuberi e nessuna prospettiva di lavoro per le imprese”

Roma, 2 marzo 2020 – “Non è stato semplice mettere la firma sul verbale di mancato accordo dopo una settimana di trattativa lunga e complicata. Quando ci sono di mezzo 4.000 persone sono scelte dolorose. La responsabilità è del Governo che, malgrado le numerose proposte, non è stato in grado di produrre una soluzione che mettese insieme ammortizzatori sociali e lavoro. Le cooperative di fronte al lavoro non si tirano indietro, lavoro significa occupazione. Con questo semplice concetto abbiamo impostato la nostra posizione al tavolo“. Così, Andrea Laguardia responsabile del settore di Legacoop Produzione e Servizi bolla il niente di fatto dopo tre giorni di confronto al Ministero del Lavoro sugli effetti catastrofici dell’internalizzazione dei servizi di pulizia nelle scuole.

In un momento di recessione il Governo dà un colpo di grazia al settore dei servizi mettendo a rischio le pulizie delle scuole. Mentre l’economia del Paese attende strumenti per il suo rilancio attraverso misure per lo sviluppo, il Governo compie una scelta di una miopia inqualificabile.

In questi mesi – conclude Andrea Laguardia– abbiamo sottoposto al Governo varie ipotesi di risoluzione per dare continuità lavorativa a lavoratori e imprese. Abbiamo ricevuto soltanto dei NO. Adesso è il Governo che, responsabile del danno, deve trovare una soluzione, rivedendo questo provvedimento dannoso sotto ogni punto di vista: economico, sociale e sanitario. In attesa di un una proposta del Governo, con il più ampio senso di responsabiltà possibile, le nostre cooperative metteranno in atto in questi giorni tutte le soluzioni disponibili per ridurre il danno alle imprese e dove possibile salvaguardare i posti di lavoro”.

Comunicato stampa Alleanza Cooperative Italiane Produzione e Servizi del 29 febbraio 2020: Appalti, Cooperative “Altro che misure per lo sviluppo, nelle scuole licenziamenti di stato per 4.000 lavoratori”

ARTICOLI CORRELATI:

25 febbraio 2020 – ALLARME IMPRESE: a rischio la sanificazione delle scuole

3 dicembre 2019 – SCUOLE – IMPRESE DI PULIZIE: Governo peggiora i servizi, crea disoccupazione e danneggia le imprese

18 novembre 2019 –  SERVIZI DI PULIZIA NELLE SCUOLE: finisce l’era delle imprese, inizia quella dei disservizi e della disoccupazione

13 novembre 2019 – SERVIZI DI PULIZIA NELLE SCUOLE, IMPRESE: “Internalizzare è un pericoloso passo indietro. Si apra un tavolo di confronto”

6 novembre 2019 – PULIZIA SCUOLE – Imprese: No allo stop degli appalti. Danno per economia, scuole e lavoratori