Autotrasporto, firmato Decreto interministeriale su credito di imposta per l’acquisto di GNL

Roma, 10 gennaio 2023 – Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, di concerto con il Ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica e il viceministro dell’Economia e delle Finanze, ha firmato il decreto interministeriale che definisce i criteri e le modalità di attuazione del contributo straordinario per le imprese di autotrasporto con mezzi alimentati a gas naturale.

Il decreto fa riferimento al contributo, sotto forma di credito d’imposta, da 25 milioni di euro per il 2022 previsto dal decreto-legge n.17 del 1° marzo 2022 “Misure urgenti per il contenimento dei costi dell’energia elettrica e del gas naturale, per lo sviluppo delle energie rinnovabili e per il rilancio delle politiche industriali” (convertito in legge l’aprile successivo), e tiene conto del Temporary Framework, il quadro temporaneo di crisi per misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia a seguito dell’aggressione della Russia contro l’Ucraina approvato dalla Commissione europea.

Una versione precedente del decreto, che non teneva conto delle novità del Temporary Framework, era in realtà già stata siglata ad inizio ottobre 2022, dall’allora Ministro delle infrastrutture e della Mobilità Sostenibili Enrico Giovannini, ma era mancante delle sottoscrizioni degli altri due rappresentanti dei ministeri.

Il nuovo decreto chiarisce che, per quanto riguarda i soggetti beneficiari, nell’articolo 2, vengono designate le imprese con sede legale o stabile organizzazione in Italia, iscritte al Registro Elettronico Nazionale (R.E.N.) e all’Albo Nazionale degli Autotrasportatori, che abbiano mezzi di trasporto ad elevata sostenibilità ad alimentazione alternativa a metano liquefatto. Le risorse saranno assegnate, come già anticipato, sotto forma di credito d’imposta, nella misura del 20% delle spese sostenute a partire dal 1° febbraio 2022 e per tutto l’anno 2022, al netto dell’imposta sul valore aggiunto, per l’acquisto del gas naturale liquefatto necessario per la trazione veicoli, comprovato dalle relative fatture d’acquisto.

Spetterà ora a un decreto direttoriale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti indicare termini e modalità per la presentazione delle istanze da parte delle imprese di autotrasporto e le modalità per la realizzazione delle verifiche dei dati forniti. L’istanza dovrà essere presentata tramite un’apposita piattaforma informatica, implementata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Il decreto è in attesa di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.