Bologna: Cefla, Icm e Dba vincono il data center di Cineca per 55 milioni

Bologna, 3 marzo 2021 – L’Ati guidata da Cefla Engineering si aggiudica il Data Center di Cineca, il Consorzio Interuniversitario con sede a Bologna. Dell’associazione temporanea d’imprese fa parte anche il Gruppo Icm-Impresa Costruzioni Maltauro – con società attive nei grandi lavori di ingegneria civile, industriale e infrastrutturale –: insieme hanno vinto un appalto dal valore complessivo di più di 55 milioni di euro, per la progettazione e la realizzazione del nuovo Data Center.

Nello specifico, il Gruppo Icm si occuperà della progettazione esecutiva e della realizzazione delle opere di site adaptation, in sinergia con Cefla Engineering e un team di progettisti coordinati da DBA Group.

L’intervento si inserisce nell’ambito del progetto di riqualificazione dell’ex Manifattura Tabacchi, nell’area nord del capoluogo emiliano, e sua riconversione in Tecnopolo. All’interno di questo Data Center, verrà ospitato «Leonardo», il supercalcolatore europeo (classe pre-exascale) da 250 milioni di miliardi di operazioni al secondo, finanziato da EuroHPC JU e gestito congiuntamente da Cineca e dall’Istituto nazionale di Fisica nucleare Cnaf di Bologna. Il supercalcolatore sarà quindi a disposizione dei ricercatori italiani ed europei.
Il Data Center Cineca-Infn sarà collocato in tre già edifici esistenti e in un edificio di nuova costruzione, destinato agli impianti e dotato di quattro tunnel di collegamento interrati. L’edificio sarà certificato secondo lo standard LEED v.4 for BD+C: Data Center, Gold o superiore.

Il complesso dell’ex Manifattura Tabacchi, costruito anni Cinquanta su progetto dell’ing. Pierluigi Nervi, è stato dichiarato sito d’interesse storico-artistico ed è tutelato dalla Soprintendenza ai Beni Culturali dell’Emilia-Romagna. Le parti storiche sono integrate in maniera coerente con le nuove edificazioni, recuperando e valorizzando le caratteristiche degli edifici progettati da Nervi.

Fonte: Il Sole 24 Ore