Cairepro, ultimato il più grande impianto di compostaggio dell’Italia centrale - Legacoop Produzione Servizi
77188
post-template-default,single,single-post,postid-77188,single-format-standard,qode-news-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

Cairepro, ultimato il più grande impianto di compostaggio dell’Italia centrale

Grosseto, 27 novembre 2019 –  Recentemente ultimato l’ampliamento dell’impianto di Monterotondo Marittimo, in provincia di Grosseto, per un totale di 7500 mq di superficie.  Per perseguire la strategia legata all’economia circolare, l’impianto si è dotato di una nuova sezione di compostaggio e di digestione anaerobica che permetterà il recupero di energia elettrica e termica. L’impianto nella sua configurazione finale permetterà di recuperare fino a 70.000 tonnellate/anno di frazione organica di rifiuti, frazione verde e fanghi.

La cooperativa architetti, ingegneri e progettazione Cairepro si è occupata della progettazione strutturale e della direzione lavori in collaborazione con l’impresa Pavoni Spa e l’azienda Atzwanger che ha curato tutti gli aspetti di tecnologia ambientale. L’intervento di ampliamento del sito di compostaggio di Acea Spa, multiutility che distribuisce energia e gestisce i rifiuti in diverse regioni dell’Italia centrale.

L’impianto, dotato delle tecnologie più avanzate presenti sul mercato, fornirà notevoli benefici ambientali, tra questi il minor conferimento in discarica di rifiuti organici che vengono trasformati in fertilizzanti utili per l’agricoltura (compost) e la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, tramite la valorizzazione energetica del biogas prodotto dal processo di digestione anaerobica del rifiuto.

GUARDA IL VIDEO