CDR, nuovo workers buyout in Sicilia su un bene confiscato

Palermo, 19 marzo 2018 – La cooperativa CDR è costituita il 16 febbraio 2017, da ex dipendenti del Gruppo 6 GDO. Un nuovo workers buyot che può decollare in Sicilia, su un bene confiscato, grazie al sostegno e alla guida di Legacoop Sicilia Occidentale, partner delle attività sociali e culturali della neonata cooperativa, con il presidente Filippo Parrino e il vice Enzo Ingaldi in prima fila, e il coinvolgimento attivo accanto ai soci di CFI.

La cooperativa ha partecipato al bando di assegnazione da parte del Comune di Erice, ma l’interpretazione della norma ha comportato un ritardo nell’apertura del punto vendita.

Insieme a Legacoop la cooperativa ha partecipato a diversi incontri con i funzionari del comune, inserendo nella gestione del punto vendita le attività sociali e culturali, attività rivolte alla conoscenza del cibo e al risparmio.

Queste iniziative dovranno essere rendicontate socialmente al Comune di Erice, quindi non solo la cooperativa ha ridato occupazione a 10 famiglie, ma ha inaugurato un nuovo modo di intendere la gestione di una azienda confiscata alla mafia: non solo economia e occupazione, ma impegno sociale e culturale non solo contro le mafie, ma a sostegno di una crescita sui temi dell’etica e della sostenibilità.