Ceramiche Noi vola al FuoriSalone 2022. In 3 anni raddoppiato fatturato e dipendenti, e adesso punta al mercato del lusso

Città di Castello (PG), 7 giugno 2022 – Ceramiche NOI, dopo aver chiuso l’assemblea di Bilancio con i vertici di Legacoop Nazionale e Coopfond, direttamente in azienda raddoppiando il fatturato e l’organico in soli 3 anni, vola a Milano per presentare la nuova collezione nel luogo del Design per eccellenza: il FuoriSalone. L’azienda, sarà presente, per tutta la settimana all’importante manifestazione Meneghina di rilevanza Internazionale con una collezione in omaggio ad Alberto BURRI;

“Siamo davvero orgogliosi di questa collezione – dice Lorenzo Giornelli Direttore Commerciale & Marketing che presenzia alla Mostra – essere qui con una collezione che omaggia un nostro concittadino che è riuscito a portare alto il nome di Città di Castello nel mondo e che soprattutto è considerato il Maestro d’arte Contemporanea per eccellenza ci onora”.

La nuova Linea KreTTO è formata da pezzi unici creati con la collaborazione di Luca Baldelli, figlio d’arte di chi ha realizzato opere con lo stesso Burri. Non è stato un caso che prima dell’assemblea svoltasi lo scorso mercoledì 1 Giugno i vertici di Legacoop e Mauro Lusetti,  sono stati accolti dal dott. Bruno Corà già Presidente della Fondazione Alberto Burri, al Museo dedicato all’artista presso gli Ex Seccatoi del Tabacco.

“Non lo nascondiamo – continua Giornelli – ci ha riempito d’orgoglio poter mostrare al Presidente Lusetti chi è e cosa ha fatto Burri. Essere accompagnati dal Dott. Corà, al quale vanno i nostri migliori ringraziamenti, ci ha reso ancora più fieri del nostro omaggio al Maestro. Con enorme attenzione e professionalità ci ha mostrato le opere una ad una facendoci entrare in un viaggio approfondito nel mondo del nostro più illustre concittadino”.

All’assemblea erano presenti i vertici cooperativi che hanno aiutato i 22 lavoratori nella fase di startup e che continuano a supportarla a distanza di 3 anni. Poi ha preso la parola il Presidente Lusetti che ha dichiarato: “Siete una bellissima esperienza di workers buyout, o come dicono i nostri colleghi cooperatori spagnoli, imprese recuperate. Avete riportato quest’impresa a nuova vita. E oggi al terzo bilancio registriamo il vostro successo.  Avete recuperato un mercato di nicchia molto legato al Made in Italy, alla creatività e alla bellezza italiana”.

Hanno omaggiato l’azienda con  la loro presenza anche Simone Gamberini e Gianluigi Granero di Coopfond, Roberta Trovarelli di Innovacoop, Euro Angeli della CGIL e del vicesindaco Bernicchi.

L’azienda ha chiuso un bilancio più che positivo considerando anche l’enorme difficoltà del momento derivante dai costi energetici. All’unanimità è stato rieletto Marco Brozzi come Presidente che ha concluso

“Il Fuorisalone è per noi l’ennesimo traguardo raggiunto nonostante le difficoltà. Ciò dimostra che se si investe e si punta sul Made in Italy non ci sono limiti. Confermarci nel settore lusso,  dove siamo già presenti, è sicuramente uno bei nostri obbiettivi per il futuro, anche perché vogliamo dimostrare a chi ha creduto in NOI quando nessuno voleva farlo,  che abbiamo vinto insieme la scommessa.  Oggi i vertici presenti in azienda possono vantare di aver scommesso su una delle aziende leader nel settore di riferimento con importanti traguardi e obiettivi all’orizzonte”.