Crescita e partecipazione: la cooperazione di progettazione formula vincente per l’evoluzione imprenditoriale delle professioni tecniche

“La cooperazione di progettazione rappresenta una formula vincente per l’evoluzione imprenditoriale delle professioni tecniche, che, conservando le radici valoriali, riesce ad adattarsi alle esigenze del mercato valorizzando al contempo le risorse umane e le nuove professionalità“. È quanto sottolineato dal Responsabile del settore Marco Mingrone nel corso dell’Assemblea delle Cooperative di Progettazione e Ingegneria di Legacoop Produzione e Servizi che si è svolta il 25 novembre a Mantova, presso la sede del Palazzo Ducale, organizzata in collaborazione con la cooperativa Coprat.

La cooperazione tra professionisti è un valore aggiunto unico nel movimento cooperativo” ha evidenziato in apertura dei lavori il Presidente di Legacoop Lombardia Attilio Dadda, evidenziando il contributo delle cooperative di progettazione, sia in chiave urbanistica che sociale. Dadda ha poi ricordato l’importanza di Mantova nel percorso del movimento cooperativo lombardo, definendola città simbolo per la storia della cooperazione regionale.

Nella prima parte dei lavori hanno contribuito a portare spunti per la riflessione sul modello di governance cooperativa il prof. Mario Mozzoleni dell’Università di Brescia e Giordano Curti della Scuola di Alta Formazione Cooperativa QUADIR, sottolineando come partecipazione e collaborazione siano elementi fondanti della cooperazione e i valori cooperativi e i processi di innovazione che caratterizzano da sempre il modello cooperativo siamo fondamentali leve per la crescita.

Il tema della collaborazione e del cooperare tra cooperative ha fatto da filo conduttore agli interventi delle imprese, associato al tema del coraggio e dello spirito di adattamento alle nuove esigenze del mercato e del mondo del lavoro. Sono intervenuti portando la propria testimonianza Francesco Barone, Direttore di Produzione di POLITECNICA; Raffaele Gerometta, Presidente di MATE Engineering; Lilia Orlandi, Presidente di DREAM; Andrea Carcereri, Presidente di COPRAT.

L’Assemblea è stata anche l’occasione per il passaggio del ruolo di responsabile del settore tra Marco Mingrone e Gianluca Verasani, già Responsabile del Settore Costruzioni e Impianti di Legacoop Produzione e Servizi, che ha sottolineato come i due settori siano collegati da una logica di filiera e come intersettorialità e intervento attivo delle cooperative siano fondamentali per il confronto e lo sviluppo.

Il coraggio imprenditoriale del mondo cooperativo è stato sottolineato anche dal Presidente di Legacoop Produzione e Servizi Gianmaria Balducci ricordando come nel modello cooperativo le scelte imprenditoriali coinvolgano la base sociale, i dipendenti e le future generazioni, dovendo guardare ai principi cooperativi in un’ottica però di redditività quale prerequisito indispensabile per attivare politiche di welfare, investire in nuove competenze e progettare il futuro.

Il Presidente di Legacoop Nazionale Mauro Lusetti ha concluso sottolineando come la cooperazione abbia il compito di intercettare le necessità che emergono dalla società e capire i nuovi bisogni delle persone impegnandosi verso nuove forme di cooperazione, come le cooperative tra professionisti, che sono un patrimonio di esperienza culturale utile per tutto il movimento cooperativo.

COMUNICATO STAMPA