Dalle Associazioni preoccupazione sui ristori per il mancato trasporto scolastico del 2020

Roma, 12 marzo 2021 – Le Associazioni del settore Trasporto persone (CNA FITA NCC BUS – LEGACOOP PRODUZIONE E SERVIZI – CONFCOOPERATIVE LAVORO E SERVIZI – CONFARTIGIANATO AUTO-BUS OPERATORI) esprimono al Governo grande preoccupazione a seguito delle anticipazioni in merito ad una bozza della tabella di sintesi dei ristori dovuti ai Comuni per i mesi di mancato servizio del trasporto scolastico dedicato.

Allo scopo di far fronte alle esigenze straordinarie e urgenti derivanti dalla diffusione del COVID-19, a partire dal mese di marzo 2020 sono state sospese, su tutto il territorio nazionale, le attività didattiche in presenza nei servizi educativi per l’infanzia e nelle scuole di ogni ordine e grado, con contestuale attivazione della cosiddetta didattica a distanza.

Con il decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, è stato istituito nello stato di previsione del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti un Fondo con una dotazione di 20 milioni di euro per l’anno 2020 (ex art. 229, co. 2-bis) da destinare ai Comuni interessati affinché fossero ristorate le imprese esercenti i servizi di trasporto scolastico delle perdite di fatturato subite, a causa dell’emergenza sanitaria, nel periodo intercorso dalla sospensione dei servizi e fino al termine dell’anno scolastico 2019/2020.

La bozza di tabella in circolazione in questi giorni ha generato molta preoccupazione in quanto da essa risulterebbe che il ristoro possa coprire fino al 16% del contratto non onorato con i servizi. Un importo peraltro che non risponde alle aspettative delle imprese di ottenere almeno la copertura dei costi fissi e strutturali sostenuti dalle attività.

Le Associazioni confidano nella disponibilità del Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibilità Enrico Giovannini a garantire adeguata attenzione alle imprese del comparto in fortissima sofferenza in quanto imprese che coniugano servizi scolastici dedicati e noleggio bus turistici che sono ugualmente fermi da marzo 2020, dichiarandosi inoltre disponibili ad un confronto per contribuire in termini di idee e proposte ad un grande piano per la mobilità sostenibile per il quale le imprese rappresentate possono dare uno straordinario contributo in termini di efficienza e capillarità dei servizi.

Lettera Associazioni – Ristoro trasporto scolastico anno 2020