Giornata di studio e confronto sulla gestione del ciclo dei rifiuti per le coop di Igiene Ambientale e Industriali

Bologna, 24 giugno 2019 – Una riunione all’insegna dell’intersettorialità quella tenutasi il pomeriggio del 20 Giugno a Bologna, presso la sede di Legacoop, che ha visto le cooperative di due settori, Igiene Ambientale e Manifatturiero e Industriale, riunirsi per affrontare congiuntamente tematiche e questioni nel contesto di un’evoluzione dei mercati che vede i due comparti di attività sempre più interconnessi. Intersettorialità che ha di fatto agito come propulsore alla nascita stessa di Legacoop Produzione e Servizi, per dare voce attraverso un’unica associazione a settori che vivono ormai da anni un percorso di continua integrazione.

Filiera del riciclo e gestione dei rifiuti focus principale e filo conduttore dei lavori che hanno visto una prima parte interna in cui Andrea Laguardia e Gianluca Verasani, rispettivamente responsabile del settore Igiene Ambientale e del settore Manifatturiero e Industriale, hanno portato all’attenzione delle cooperative gli aggiornamenti riguardanti le tematiche settoriali di maggior interesse.

Tra le comunicazioni anche la presenza di Legacoop Produzione e Servizi ad Ecomondo 2019, l’expo internazionale delle tecnologie green che dal 4 all’8 novembre 2019 riunirà a Rimini in un’unica piattaforma tutti i settori dell’economia circolare. Durante la riunione è stato presentato il progetto che vedrà impegnata l’Associazione, ed in particolar modo i due settori, con un proprio stand e con l’organizzazione di meeting e di un convegno previsto per la mattinata dell’8 novembre.

Nell foto da sx: Gianluca Verasani, Chicco Testa, Andrea Laguardia

A seguire, la parte pubblica si è aperta con le relazioni di Andrea Laguardia e di Gianluca Verasani, per poi lasciare spazio all’intervento di Chicco Testa, presidente FISE Assoambiente, il quale ha colto l’occasione per presentare alle cooperative il report “Per una strategia nazionale dei rifiuti“.

Dopo un ampio dibattito, che ha visto intervenire la maggior parte dei presidenti delle cooperative presenti in sala, l’incontro ha portato al delinearsi della posizione e delle attività future dei due settori: incrementare i momenti di confronto tra cooperative di settori diversi in un ottica di filiera produttiva; costruire alleanze con le altre associazioni datoriali per sostenere l’avvio di un piano strategico nazionale per la gestione e il riciclo dei rifiuti; ragionare sulla necessità di investimenti importanti affiancanti da politiche industriali per la realizzazione su tutto il territorio nazionale di impianti; promuovere la nascita di una cabina di regia tra governo e parti sociali; proseguire il confronto con i sindacati per raggiungere il traguardo di un unico contratto di settore.