Innova per l’Italia, progetto del governo rivolto anche alle cooperative per innovare prevenzione, diagnosi e contrasto all’epidemia - Legacoop Produzione Servizi
78579
post-template-default,single,single-post,postid-78579,single-format-standard,qode-news-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

Innova per l’Italia, progetto del governo rivolto anche alle cooperative per innovare prevenzione, diagnosi e contrasto all’epidemia

Roma, 24 marzo 2020 – La tecnologia, la ricerca e l’innovazione in campo contro l’emergenza Covid-19: “Innova per l’Italia” è l’iniziativa per aziende, università, enti e centri di ricerca pubblici e privati, associazioni, cooperative, consorzi, fondazioni e istituti che, attraverso le proprie tecnologie, possano fornire un contributo nell’ambito dei dispositivi per la prevenzione, la diagnostica e il monitoraggio per il contenimento e il contrasto del diffondersi del Coronavirus (SARS-CoV-2) sull’intero territorio nazionale. Il progetto è un’iniziativa congiunta del ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, del ministro per l’Innovazione tecnologica, Paola Pisano e del ministro dell’Università, Gaetano Manfredi, insieme a Invitalia e a sostegno della struttura del Commissario straordinario per l’emergenza Coronavirus Domenico Arcuri. A dare l’annuncio del nuovo piano, i siti istituzionali del Mid e del Mise attraverso i comunicati stampa. 

L’innovazione, si legge nel comunicato, offre strumenti e tecnologie all’avanguardia utili per la prevenzione e il controllo della pandemia come, ad esempio, i robot – che svolgono attività generalmente effettuate dagli operatori sanitari – e i droni, per disinfettare le aree pubbliche e monitorare il rispetto dei presidi sanitari. La richiesta consiste nel sensibilizzare che le aziende o chiunque abbia a disposizione piattaforme, tecniche e algoritmi di analisi e intelligenza artificiale o altre tecnologie per il monitoraggio, affinché le metta a disposizione, nel rispetto dei principi della privacy, sicurezza ed etica, per il supporto ai pazienti così come dalla Protezione Civile e gli altri Enti interessati.

Gli ambiti su cui il progetto mira sono:

  • il reperimento, l’innovazione o la riconversione industriale delle proprie tecnologie e processi, per accrescere la disponibilità di dispositivi di protezione individuale (in particolare mascherine chirurgiche) e la produzione dei sistemi complessi dei respiratori per il trattamento delle sindromi respiratorie (inclusi singoli componenti);
  • il reperimento di kit o tecnologie innovative che facilitino la diagnosi del Covid-19, ovvero tamponi e elementi accessori o altri strumenti per la diagnosi facilitata e veloce, nel rispetto degli standard di affidabilità richiesta;
  • tecnologie e strumenti che, nel rispetto della normativa vigente, consentano o facilitino il monitoraggio e la prevenzione del Covid-19.

I soggetti interessati a partecipare possono un form nella pagina dedicata all’iniziativa. Le proposte ricevute verranno vagliate e la struttura del Commissario straordinario si attiverà in relazione alla tipologia di proposta e urgenza emergenziale.