Innovazione: gli incentivi MISE attivi e in arrivo

Roma, 16 giugno 2022 – Sono numerosi gli incentivi del Ministero dello Sviluppo Economico a sostegno di progetti innovativi e di trasformazione tecnologica e digitale delle imprese piccole, medie e cooperative.

Tra i settori produttivi interessati dalle misure: agroalimentare, moda e tessile, chimica e farmaceutica, metallurgia, elettronica, meccanica, autoveicoli e altri mezzi di trasporto, edilizia, fornitura di energia, commercio, servizi di trasporto, alberghiero, ristorazione, Ict, cultura, turismo, salute, altri servizi e artigianato.

Di seguito, in particolare, sono indicate le opportunità già attive e quelle in arrivo.

In caso di necessità di supporto è possibile contattare la Fondazione PICO scrivendo a: info@pico.coop.

 

IN ARRIVO

Avvio e consolidamento di imprese culturali e creative (apre il 20 giugno)

Obiettivi – promuovere la nascita, lo sviluppo e il consolidamento delle imprese operanti nel settore creativo.

A chi si rivolge – micro e PMI, con sede legale e operativa su tutto il territorio nazionale, operanti nel settore creativo.  Possono accedervi anche imprese di qualunque altro settore che intendono acquisire un supporto specialistico nel settore creativo.

Agevolazioni – con una dotazione da 40 milioni per gli anni 2021 e 2022, il Fondo supporta sia programmi di investimento realizzati da singole imprese che da imprese in collaborazione tra loro attraverso la concessione di contributi, l’agevolazione nell’accesso al credito e la promozione di strumenti innovativi di finanziamento.

Sono ammesse spese fino a 500.000 €.

Più info qui e qui.

 

Fondo per il trasferimento tecnologico

Obiettivi – Sostiene e accelera i processi di innovazione, crescita e ripartenza duratura del sistema produttivo nazionale.

A chi si rivolge – PMI innovative con elevato potenziale di crescita; startup innovative; PMI innovative; Spin-off e spin-out di università, centri e istituti di ricerca pubblici e privati, parchi scientifici e tecnologici.

Agevolazioni – Interviene per ogni impresa con prestiti e agevolazioni dai 100mila euro ai 15 milioni. Gli investimenti del Fondo per il trasferimento tecnologico possono assumere la forma di interventi in equity e quasi equity, prestiti convertibili e strumenti finanziari di partecipazione, contratti e grant contenenti opzioni convertibili, in funzione delle caratteristiche e delle specifiche esigenze di finanziamento delle imprese target e dei progetti da sostenere.

Più info qui e qui.

 

Riqualificazione delle aree di crisi industriale

Obiettivi – rilancio delle attività industriali, salvaguardia dei livelli occupazionali, sostegno dei programmi di investimento e sviluppo imprenditoriale delle aree colpite da crisi industriale e di settore.

Spesa ammessa – da 1 a 5 milioni € con agevolazioni concedibili da 400 mila € a 5 milioni €, per programmi di investimento per la tutela ambientale, eventualmente completati da progetti per l’innovazione di processo e l’innovazione dell’organizzazione e progetti per la formazione del personale.

A chi si rivolge – imprese costituite in forma di società di capitali, le società cooperative e le società consortili; sono ammesse le reti di imprese mediante il ricorso allo strumento del contratto di rete.

Settori – Agroalimentare, Moda e Tessile, Chimica e Farmaceutica, Metallurgia, Elettronica, Meccanica, Autoveicoli e altri mezzi di trasporto, Mobili.

Più info qui e qui.

 

ATTIVI

Digital Transformation (fino ad esaurimento risorse)

Obiettivi: sostenere la trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi delle micro, piccole e medie imprese.

A chi si rivolge – A Pmi con specifici requisiti fiscali, che possono presentare, anche congiuntamente tra loro, progetti realizzati mediante il ricorso allo strumento del contratto di rete o ad altre forme contrattuali di collaborazione, compresi il consorzio e l’accordo di partenariato in cui figuri, come soggetto promotore capofila, un DIH-digital innovation hub.

Agevolazioni – con un fondo da 100 milioni, vengono sostenuti progetti diretti all’implementazione delle tecnologie abilitanti individuate nel Piano Nazionale Impresa 4.0, attraverso agevolazioni concesse sulla base di una percentuale nominale dei costi e delle spese ammissibili pari al 50%, così articolata: 10% sotto forma di contributo, 40% come finanziamento agevolato.

Più info qui e qui.

 

Credito d’imposta formazione 4.0

Obiettivi – sostenere le imprese nel processo di trasformazione tecnologica e digitale creando o consolidando le competenze nelle tecnologie abilitanti con attività formative nei settori vendite e marketing, informatica, tecniche e tecnologia di produzione.

A chi si rivolge – tutte le imprese operanti sul suolo italiano.

Costi ammessi – Costo del personale, Costi di personale – Formazione personale, Materiali – Progettazione/studi/consulenze.

Agevolazioni – Credito di imposta riconosciuto: 50% spese ammissibili e nel limite massimo annuale di € 300.000 per micro PMI; 40% spese ammissibili nel limite massimo annuale di € 250.000 per le medie imprese; 30% spese ammissibili nel limite massimo annuale di € 250.000 le grandi imprese.

Più info qui e qui.

 

Voucher connettività – Imprese

Obiettivi – digitalizzazione del tessuto produttivo italiano.

A chi si rivolge – PMI e persone fisiche con partita IVA.

Agevolazione – conto in bolletta per la connettività ad alta prestazione fornita da operatori con offerte qualificate. Il voucher coprirà parte dei costi del contratto, inclusi i costi di attivazione e i canoni di connettività, potendo arrivare (in media) fino al 50% del costo complessivo per 18 mesi o 24 mesi a seconda del voucher utilizzato.

Più info qui e qui.

 

Fondo nazionale innovazione

Il Fondo – principale intervento nazionale di venture capital finalizzato a sostenere la crescita innovativa delle imprese italiane.

A chi si rivolge – investe nel capitale sociale di startup, scaleup e PMI innovative con elevato potenziale di sviluppo, non quotate in mercati regolamentati, che si trovano nella fase di seed financing, di start-up financing, di avvio dell’attività o di scale up financing.

Agevolazioni – Investimento diretto nel capitale sociale di PMI e indiretto attraverso la partecipazione a quote di fondi di venture capital (OICR) che supportano la crescita di PMI innovative.

Più info qui e qui.

 

Fondo per gli investimenti innovativi in agricoltura

Obiettivi – sostenere gli investimenti inerenti alla trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli.

Agevolazioni – Contributo a fondo perduto nel limite massimo di € 20.000 per impresa del: 40% delle spese relative all’acquisto dei beni strumentali 4.0, materiali o immateriali; 30 % delle spese relative all’acquisto di beni strumentali.

Più info qui e qui.

 

Credito d’imposta R&S, innovazione tecnologica, design e ideazione estetica 

Obiettivi – sostenere la competitività delle imprese stimolando gli investimenti in Ricerca e Sviluppo, Innovazione tecnologica (anche nell’ambito del paradigma 4.0 e dell’economia circolare) Design e ideazione estetica.

Agevolazioni – Il credito è riconosciuto, fino al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2022, in misura pari al 20%, nel limite massimo annuale di 4 milioni di euro. Nel periodo d’imposta successivo e fino a quello in corso al 31 dicembre 2031, il credito d’imposta è riconosciuto in misura pari al 10%, nel limite massimo annuale di 5 milioni di euro.

Più info qui e qui.

 

Nuove imprese giovani e/o femminili a tasso zero

Obiettivi – sostenere, su tutto il territorio nazionale, la creazione e lo sviluppo di micro e piccole imprese a prevalente o totale partecipazione giovanile o femminile.

A chi si rivolge – Micro e piccole imprese costituite da non più di 60 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione e in cui la compagine societaria sia composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da soggetti di età compresa tra i 18 ed i 35 anni ovvero da donne.

Agevolazioni – variabili a seconda dei parametri indicati. Spesa ammessa fino a Fino a 3 milioni €.

Più info qui e qui.

 

Nuova Marcora

Obiettivi – sostenere, sull’intero territorio nazionale e in tutti i settori produttivi la nascita, lo sviluppo e il consolidamento di società cooperative di produzione e lavoro e sociali.

A chi si rivolge – società cooperative di produzione e lavoro e sociali che siano già partecipate da CFI.

Agevolazioni – finanziamenti agevolati.

Più info qui e qui.

 

Italia Economia Sociale (fino ad esaurimento risorse)

Obiettivi – sostenere la nascita e la crescita delle imprese che operano, in tutto il territorio nazionale, per il perseguimento di meritevoli interessi generali e finalità di utilità sociale.

A chi si rivolge – Imprese sociali; Cooperative sociali; Società cooperative aventi qualifica di ONLUS.

Agevolazioni – lo sportello per la presentazione delle domande di agevolazione è aperto dal 7 novembre 2017 ed è tuttora possibile presentare le istanze per accedere ai benefici. Lo sportello verrà chiuso solo in caso di esaurimento delle risorse disponibili.

Per i programmi d’investimento che presentino spese ammissibili non superiori a € 3.000.000: Finanziamento agevolato pari al 70%; Finanziamento bancario pari al 30%; Contributo in conto capitale pari al 5%.

Più info qui e qui.

 

Fonte: Fondazione PICO