Italia e Spagna insieme per promuovere la conoscenza e la diffusione dei WBO cooperativi

Roma, 6 marzo 2021– La Spagna ha avviato un percorso che punta al rafforzamento della cooperazione e dell’economia sociale, come pilastri per la ripresa e lo sviluppo sostenibile. In questo percorso, i WBO cooperativi anche in Spagna, come in Italia, stanno acquisendo una crescente importanza. Su richiesta della Direzione Generale Imprenditoria e Cooperativismo della Generalitat di Valencia, Legacoop ha organizzato, il 3 marzo, un incontro on line in cui rappresentanti dell’Associazione e degli Strumenti di sistema hanno condiviso con i colleghi spagnoli della cooperazione di lavoro associato (Coceta e Fevecta) e con la Generalitat di Valencia l’esperienza del nostro Paese.

Ai lavori, aperti da Stefania Marcone, Responsabile Ufficio Relazioni Internazionali e Politiche Europee Legacoop e da Teresa García Muñoz, Directora general de Emprendimiento y Cooperativismo Generalitat Valenciana, hanno partecipato Emilio Sanpedro, presidente della Federación Valenciana de Empresas Cooperativas de Trabajo Asociado – FEVECTA, Paloma Tarazona, directora de la Federación Valenciana de Empresas Cooperativas de Trabajo Asociado – FEVECTA, e Paloma Arroyo, directora de la Confederación Española de Cooperativas de Trabajo Asociado – COCETA.

Per parte italiana, sono intervenuti Marco Mingrone, Responsabile Ufficio Legislativo e Cooperative di Progettazione ed Ingegneria, Associazione Nazionale Cooperative Produzione e Servizi, (“Il lavoro di squadra per il successo dei WBO”), Alessandro Viola, Responsabile Istruttorie CFI (“La legge Marcora, CFI e WBO”), Beatrice Puccetti, Quadro direttivo Area Progetti, Coopfond (“L’attività del Fondo Mutualistico di Legacoop”), Mauro Iengo, Responsabile Ufficio Legislativo e Fiscale di LEGACOOP (“I WBO nell’ottica della trasmissione d’impresa”), Roberta Trovarelli, Responsabile promozione e progetti internazionali Legacoop Emilia Romagna (“Il lavoro si fa impresa. I WBO nel quadro della promozione cooperativa”), Angelo Marchesini, Funzionario del Servizio Qualificazione delle Imprese dell’Assessore allo sviluppo economico e green economy della Regione-Romagna (“WORKERS BUY OUT – Opportunità di rinascita e innovazione”).

I rappresentanti Legacoop hanno presentato l’esperienza Legacoop in materia di WBO cooperativi dal punto di vista del ruolo dell’Associazione (a livello nazionale, settoriale e regionale), degli strumenti di sostegno che svolgono un ruolo cruciale nella realizzazione dei WBO, come appunto CFI e Coopfond, in termini legislativi e con un focus specifico, come richiesto dalla Generalitat di Valencia, sull’esperienza dell’Emilia Romagna.

Le due delegazioni hanno condiviso l’importanza dell’approccio e della forma d’impresa cooperativa per rispondere alle crisi aziendali, tutelando occupazione, competenze, patrimoni produttivi, opportunità di vita degna per lavoratori e famiglie, con un forte impatto positivo sulle comunità e sulla coesione sociale.

L’incontro ha ulteriormente rafforzato la collaborazione istituzionale tra organizzazioni cooperative dei due Paesi, che lavorano insieme in ambito europeo, nel Mediterraneo e a livello internazionale ed ha aperto un ulteriore ambito di attività, con il supporto delle istituzioni ai vari livelli, teso a promuovere una maggiore conoscenza e diffusione delle opportunità offerte dai WBO cooperativi nell’affrontare le crisi e la trasmissione d’impresa.