La scomparsa di Alessandro Massarelli. Un grave lutto per la nostra Associazione - Legacoop Produzione Servizi
77386
post-template-default,single,single-post,postid-77386,single-format-standard,qode-news-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

La scomparsa di Alessandro Massarelli. Un grave lutto per la nostra Associazione

A causa di una grave malattia, che ha combattutto tenacemente fino all’ultimo, il 31 dicembre 2019 Alessandro ci ha lasciato.

Il funerale si è svolto a Civitavecchia, la sua città, nella giornata del 2 gennaio 2020, alla presenza dei famigliari, di tanti amici e conoscenti, dei colleghi di adesso e di quelli del passato, segno e testimonianza di stima e affetto.

Nato nel 1957, Alessandro Massarelli si è laureato in Scienze Politiche e ha iniziato a lavorare in Legacoop nella seconda metà degli anni ’80.

Nel corso dei primi tempi ha operato nel Centro Studi, poi negli anni ’90 è entrato nell’Associazione delle cooperative di servizi – allora ANCST –  e in essa si è da subito occupato dei settori della logistica e dei trasporti.

Nel 2012 (nel frattempo ANCST aveva assunto la nuova denominazione di Legacoop Servizi) è diventato Responsabile Nazionale del settore logistica e trasporti, ruolo che ha mantenuto anche dal 2018, quando Legacoop Servizi si è unificata con l’Associazione delle Cooperative di Produzione e Lavoro – Ancpl, costituendo Legacoop Produzione e Servizi.

Alessandro, nel corso del suo percorso professionale, ha ricoperto diversi incarichi di rilievo, sia all’interno della nostra Associazione che per conto di Legacoop, oltre che in organismi esterni. Tra questi ultimi il Comitato Centrale dell’Albo dell’Autotrasporto, di cui era componente.

Nel corso della sua carriera ha condotto numerose trattative con le altre organizzazioni datoriali e sindacali, ambito in cui è sempre stato portatore di uno stile sobrio, teso alla ricerca delle soluzioni possibili, rispettoso delle posizioni altrui, ma determinato nella difesa degli interessi dei nostri associati.

Oltre alla propria famiglia, cui era legatissimo, nel corso della propria vita ha coltivato numerose passioni, tra cui la pallanuoto, il cinema e in ambito calcistico l’amata Juventus. Alessandro aveva molti interessi sul piano culturale, era una persona intelletualmente vivace e di grande ironia.

La nostra Associazione, nella persona del Presidente Carlo Zini a nome del Consiglio di Presidenza, della Direzione, del Direttore e di tutti i colleghi della struttura rinnova alla famiglia di Alessandro le più sentite condoglianze.