Mense scolastiche bilogiche: pubblicato il decreto che definisce criteri e requisiti

Roma, 3 maggio 2018 – Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali – di concerto con i Ministeri dell’Istruzione e della Salute – ha promulgato un Decreto (pubblicato lo scorso 5 aprile in Gazzetta Ufficiale – Generale n. 79 del 5 aprile 2018) che definisce i criteri e i requisiti delle mense scolastiche biologiche.

Le mense riceveranno la medaglia argento e oro a seconda della maggiore percentuale di utilizzo di prodotti biologici.

Una mensa scolastica per qualificarsi come biologica e ricevere la medaglia oro è tenuta a rispettare, con riferimento alle materie prime di origine biologica, le seguenti percentuali minime di utilizzo in peso e per singola tipologia di prodotto:

  • frutta, ortaggi, legumi, prodotti trasformati di origine vegetale (es. succhi di frutta), pane e prodotti da forno, pasta, riso, farine, cereali e derivati, olio extravergine: 90%
  • uova, yogurt e succhi di frutta: 100%
  • prodotti lattiero-caseari (ad es. yogurt), carne, pesce da acquacoltura: 50%

 

Una mensa scolastica potrà invece qualifcarsi come biologica e ricevere la medaglia argento quando sarà in grado di garantire le seguenti percentuali in peso e per singola tipologia di prodotto:

  • frutta, ortaggi, legumi, prodotti trasformati di origine vegetale (ad es. succhi di frutta), pane e prodotti da forno, pasta, riso, farine, cereali e derivati, olio extravergine: 70%
  • uova, yogurt e succhi di frutta: 100%
  • prodotti lattiero-caseari (ad es. yogurt), carne, pesce da acquacoltura: 30%

 

Inoltre per ridurre lo spreco alimentare e l’impatto ambientale nei bandi di gara sono previsti i seguenti criteri di premialità:

  • impegno a recuperare i prodotti non somministrati e a destinarli ad organizzazioni no profit di utilità sociale
  • percentuale di utilizzo di alimenti biologici prodotti in una località prossima al luogo di somministrazione del servizio: raggio massimo di 150 km.