Obiettivo 2020 CMB: Certificazione SA8000

Carpi, 12 febbraio 2020 – L’attenzione di CMB alle persone e ai suoi soci e dipendenti troverà per il 2020 una nuova valorizzazione. La cooperativa ha deciso di applicare lo Standard Internazionale SA8000, dove SA è la sigla di “Social Accountability”, in italiano Responsabilità Sociale.

Lo standard, inserito all’interno delle principali convenzioni internazionali relative ai diritti umani, richiede non solo il rispetto delle leggi nazionali in materia di lavoro e diritti dei lavoratori e dei contratti collettivi nazionali (CCNL), dandone evidenza, ma anche il rispetto di specifici requisiti. Si tratta in particolare del non utilizzo o sostegno del lavoro infantile (oggi in Italia i minori di 16 anni) e al lavoro forzato o obbligato (trattenendo documenti, chiedendo danaro per lavorare, costringendo fisicamente); la tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro; il diritto alla libertà di associazione e alla contrattazione collettiva; l’attenzione a non incorrere in alcuna forma di discriminazione sul lavoro in base alla persona (razza, origine nazionale, territoriale, sociale, nascita, religione, disabilità, genere, orientamento sessuale, stato civile, appartenenza sindacale, opinioni politiche, età); non attuare pratiche disciplinari diverse da quelle definite aziendalmente e previste dal CCNL (rispetto del “Codice Disciplinare”) e trattare tutti con rispetto (rispetto del “Codice Etico”); il rispetto del CCNL in termini di orario di lavoro, sia ordinario (40 ore settimanali) che straordinario (8h settimanali), compresi i riposi; oltre al riconoscimento di una retribuzione dignitosa a fronte del lavoro svolto.

Tutti gli otto requisiti specifici sono ugualmente importanti, ma chi è abituato a “leggere” le norme sa che non è casuale l’ordine in cui sono rappresentati i punti. Infatti la norma è internazionale e la stessa applicabile in tutti gli Stati del mondo, e sappiamo che “la dignità del lavoro e il rispetto del lavoratore” non sono gli stessi in tutti gli Stati. Allo stesso modo viene affrontato il tema del lavoro infantile perchè, purtroppo, si tratta di una realtà ancora presente nel mondo.

Per dare corso ed evidenza al rispetto e soddisfacimento dei requisiti specifici da parte di CMB, lo Standard SA8000 richiede che venga impostato un Sistema di Gestione che riporti le attività pianificate, eseguite e monitorate per ogni singola tematica. Il tutto al fine di poter attuare opportune correzioni a fronte del rilevamento di aspetti non adeguati e attuare azioni di miglioramento continuo e progressivo nel tempo.

Lo spirito dello Standard SA8000 ben si coniuga con il rinnovato Accordo Collettivo Aziendale di Lavoro da poco sottoscritto tra CMB e le Organizzazioni Sindacali. Nell’accordo infatti si riscontrano esplicitamente diversi elementi dello Standard, dettagliati nelle modalità concordate e che CMB si impegna ad attuare per tutti i dipendenti lavoratori, elencati anch’essi in una successione che dà evidenza della priorità per l’azienda e di seguito sinteticamente descritti:

  • Relazioni sindacali (“Diritto alla libertà di associazione”)
  • Politiche per il miglioramento delle condizioni sociali e di lavoro (“Salute e sicurezza”)
  • Classificazione dei lavoratori e valutazione delle prestazioni (“Discriminazione”)
  • Conciliazione dei tempi di vita e di lavoro (“Orario di lavoro”)
  • Trattamenti accessori e relativi a particolari condizioni di lavoro (“Retribuzione”)
  • Personale non soggetto a limitazioni di orario (“Retribuzione”)
  • Sistema di welfare aziendale (“Discriminazione” e “Retribuzione”)
  • Garanzia di applicazione della legislazione sociale e della contrattualistica collettiva di lavoro nei rapporti con imprese terze (Gestione dei fornitori)

Da alcuni mesi un Gruppo di Lavoro dedicato sta lavorando, su mandato del Consiglio di Amministrazione, ad approfondire le attività previste dallo Standard SA8000, verificare cosa già CMB sta facendo e documentando il tutto in modo conforme alla norma, valutare quali aspetti specifici è opportuno e necessario integrare, per poi richiedere la certificazione del Sistema di Gestione.

Vista la centralità del personale per lo Standard SA8000, è previsto prossimamente l’inizio di uno specifico percorso formativo dedicato che coinvolgerà tutti i dipendenti CMB, al fine di trasmettere una piena consapevolezza dei requisiti e di quello che CMB fa per rispettarli attraverso il contributo di tutti.

Di Daniela Tinarelli

Fonte: House Organ CMB