Provvedimenti su emergenza Covid-19 per il settore Trasporto merci e Logistica - Legacoop Produzione Servizi
78362
post-template-default,single,single-post,postid-78362,single-format-standard,qode-news-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

Provvedimenti su emergenza Covid-19 per il settore Trasporto merci e Logistica

Roma, 10 marzo 2020 – I recentissimi provvedimenti emanati dal Governo quali il Dpcm 9 marzo 2020, recante nuove misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull’intero territorio nazionale, che estende a tutta l’Italia le misure di cui all’art. 1 del Dpcm 8 marzo 2020 previste per la Lombardia e 14 provincie, hanno comprensibilmente determinato a coloro che sono in prima linea nell’autotrasporto ai tempi del coronavirus molte incertezze e difficoltà.

Tali disposizioni producono effetto dalla data odierna, 10 marzo 2020 e sono efficaci fino al 3 aprile 2020.

Fin da domenica scorsa, con due distinte note emanate dal Ministero degli Affari esteri e dal Ministero dei Trasporti è stato chiarito che tali limitazioni non interessano i veicoli che trasportano merci, prevedendo sul suo sito (Nota esplicativa al DPCM 8 marzo 2020) “Nessuna limitazione per l’autotrasporto, nè per i corrieri. Verrà assicurato il normale rifornimento delle attività commerciali, non solo per quanto riguarda i beni di prima necessità.”

Ad ulteriore chiarimento è stata diramata, sempre lo scorso 8 marzo, una ordinanza della Protezione civile (qui scaricabile) firmata dal commissario Angelo Borrelli, che uniforma per tutte le Regioni l’applicazione del Dpcm sul coronavirus. Nella giornata di ieri inoltre il Ministero dell’Interno ha diramato una direttiva ai Prefetti (qui scaricabile) che chiarisce ulteriormente alcune questioni.

Al netto di questi chiarimenti e nonostante ci siano pervenute segnalazioni di complessiva regolarità della movimentazione merci in Italia nella giornata di ieri, immaginiamo siano emerse inevitabilmente una serie di incertezze operative.

Per tale ragione Legacoop Produzione e Servizi insieme alle altre sigle datoriali sta sollecitando al tavolo operativo Mit-Dipartimento della Protezione civile già attivato lo scorso 2 marzo, la definizione di linee guida uniformi sul tutto territorio nazionale che consentano alle imprese di tutta la filiera di continuare a lavorare in condizioni di assoluta sicurezza, con le dovute misure di prevenzione e con indicazioni operative chiare per le imprese del settore trasporti e logistica.