Sacmi: Borse di studio G. Sarani, al via l’edizione 2020

Imola, 4 febbraio 2020 – Promuovere le eccellenze tecniche tra gli studenti delle classi V dell’ITIS Alberghetti di Imola è la finalità delle borse di studio G. Sarani, che prosegue anche nel 2020 dopo la scelta, effettuata l’anno scorso, di finanziare l’iniziativa per un ulteriore triennio. Da sempre al fianco del territorio imolese e regionale nel supporto a progetti ed attività formative rivolte ai giovani, SACMI sostiene con questa iniziativa la diffusione della cultura tecnica e, con essa, l’economia locale e la vocazione produttiva del nostro territorio.

Anche quest’anno, sono quattro le borse di studio erogate, due per la specializzazione Meccanica e due per la nuova specializzazione Automazione (ex Elettronica ed Elettrotecnica). Le borse vanno a sostenere con un premio in denaro i due migliori elaborati, per ciascun indirizzo, realizzati dagli studenti in funzione dell’esame di maturità. “Negli ultimi anni – spiega la dirigente scolastica, Vanna Maria Monducci abbiamo assistito ad una crescita costante della qualità dei progetti presentati, segno della validità di questa iniziativa per stimolare gli studenti a mettersi in gioco”.

Istituita alcuni anni fa in memoria di Giorgio Sarani – prematuramente scomparso nel 2015 dopo trent’anni di lavoro in SACMI – l’iniziativa si è consolidata nel tempo, arrivando a rappresentare un appuntamento tradizionale che rafforza lo speciale rapporto tra SACMI Imola e l’Istituto tecnico Alberghetti.

Nel 2020 ricorre il quinto anniversario dalla scomparsa del nostro collega Giorgio Sarani – sottolinea il presidente di SACMI Imola, Paolo Mongardi esempio di passione e dedizione al lavoro, simbolo di come attraverso il forte impegno in azienda e nel sociale si possano raggiungere traguardi importanti, a beneficio di tutta la collettività”. Da qui la scelta di dare continuità al Premio, “che rinnova l’impegno di SACMI a supporto dei giovani e della diffusione della cultura tecnica sul territorio”.

Come ogni anno, gli studenti avranno tempo sino alla fine di aprile per sviluppare e consegnare gli elaborati. La successiva consegna del premio avverrà alla fine dell’anno scolastico durante un evento pubblico.