SACMI-Riedhammer con Surya Pertiwi Nusantara per la nuova “fabbrica a impatto zero” - Legacoop Produzione Servizi
79070
post-template-default,single,single-post,postid-79070,single-format-standard,qode-news-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-13.3,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

SACMI-Riedhammer con Surya Pertiwi Nusantara per la nuova “fabbrica a impatto zero”

Imola, 21 aprile 2020 – La fabbrica a impatto zero sull’ambiente è tra i principali obiettivi di Surya Pertiwi Nusantara, parte di Surya Toto & Toto Japan Group, leader sul mercato indonesiano nella produzione di sanitario di alta qualità e design. Da qui la scelta delle più avanzate tecnologie SACMI-Riedhammer, che ha appena fornito a SPN un nuovo forno per la gestione di un ampio mix produttivo di articoli sanitaryware.

La macchina termica, un modello TWS 11/300/75-G, è equipaggiata con sistema EMS 400PF, il più avanzato stato dell’arte SACMI-Riedhammer nelle soluzioni per il risparmio e l’ottimizzazione dei consumi energetici del forno. Progettato e ingegnerizzato secondo i criteri EEE (Energy Efficient Engineering), il forno garantisce i consumi e le emissioni più basse del mercato, in particolare su anidride carbonica, ossidi di azoto e zolfo, polveri. A completarne i vantaggi, il design elegante e compatto che consente un’elevata produttività in rapporto al footprint.

Quella di recente indirizzata a Surya Pertiwi Nusantara è la seconda fornitura da parte di SACMI-Riedhammer, dopo un progetto di successo che, quattro anni fa, ha interessato la prima unità produttiva dell’azienda. Questo secondo forno consentirà a SPN di procedere ancora più speditamente verso il proprio obiettivo di fabbrica eco-sostenibile, con produzioni di altissima qualità nel rispetto dell’ambiente e della comunità.

Dopo la realizzazione delle prime due fabbriche, SPN ha all’orizzonte un ulteriore rafforzamento della posizione sul mercato indonesiano, con costruzione di nuove unità produttive che interesseranno in modo particolare l’area di Surabaya, seconda città dell’Indonesia e capoluogo della provincia di Giava Orientale.