Ucraina – “No alla guerra, si alla cooperazione”, messaggio della Cooperazione europea e internazionale dell’industria e dei servizi

Legacoop Produzione e Servizi si unisce al messaggio di solidarietà all’Ucraina e al suo popolo condiviso dalla Cooperazione industriale e di servizi europea CECOP e internazionale CICOPA.

 

No alla guerra, sì alla cooperazione

In questi giorni così tristi stiamo assistendo ad una guerra nel cuore dell’Europa. Esprimiamo la nostra sincera solidarietà al popolo ucraino, a coloro che hanno dovuto lasciare la propria casa, i propri amici e i propri cari, avviandosi verso un futuro incerto.

La buona volontà di milioni di cooperatori di tutto il mondo oggi è con coloro che hanno dovuto lasciare o che devono difendere l’Ucraina.

Solidarietà oggi significa frontiere aperte, braccia aperte, cuori aperti e portafogli aperti. Tutto l’aiuto che viene già fornito attraverso i numerosi canali istituiti in tutti i Paesi che assistono l’Ucraina e gli ucraini dovrà essere ulteriormente aumentato.

Saranno necessari cibo, abiti e denaro così come riparo per i milioni di rifugiati in cerca di asilo.

Esprimiamo la nostra solidarietà ai cooperatori Ucraini, nostri membri dei paesi confinanti e a tutte le cooperative che forniscono assistenza alle persone in fuga dall’Ucraina.

Chiediamo all’Unione Europea e a tutte le parti coinvolte di lavorare costantemente per una soluzione diplomatica alla fine della guerra.

Oggi i nostri pensieri vanno al popolo ucraino, pur non dimenticando molti altri popoli che subiscono la sfortuna delle tante guerre e dei conflitti armati nel mondo.

I nostri pensieri vanno anche ai Russi che sono contrari alla guerra, che subiscono la mancanza di libertà e l’abuso di un governo autoritario. Coloro di noi che hanno subito violenza dallo Stato conoscono la vergogna e l’impotenza causata dall’avere un governo che non rappresenta la volontà dei suoi cittadini.

Le cooperative assicurano giustizia sociale attraverso i valori di mutuo soccorso, uguaglianza e democrazia economica e non può esserci pace duratura senza giustizia sociale.

Coloro che difendono i valori cooperativi non potranno mai giustificare l’uso della violenza, perché la guerra è l’opposto di questi valori.

Perché la cooperazione è democrazia e la guerra la annienta.

Perché la cooperazione è libera volontà e la guerra è invasione.

Perché la cooperazione è interesse per la comunità e la guerra la distrugge.

Fino a che non sarà ristabilita la pace, noi chiediamo solidarietà.

Sì alla cooperazione tra le persone, tra imprese, tra governi e tra popoli.

No alla guerra.

 

MESSAGGIO IN INGLESE

No to war, yes to cooperation

In these sad days, we are witnessing a war in the heart of Europe, and we extend our sincere solidarity to the Ukrainian people, those who had to leave their homes, their friends, and their loved ones, stepping into an uncertain future.

The goodwill of millions of cooperators from all over the world is today with those who have to leave or defend Ukraine.

Solidarity today means open borders, open arms, open hearts, and open wallets. All the help that is already being provided through the many avenues established in the countries assisting Ukraine and Ukrainians will have to be increased further. Food, clothes, and money will be needed, as well as shelter for the millions of refugees seeking refuge.

We express our solidarity toward the Ukrainian cooperators, our members from bordering countries, and all cooperatives providing assistance to people fleeing Ukraine.

We call the European Union and all the parties involved to work constantly toward a diplomatic way to end the war.

Today, our thoughts go to the people of Ukraine while not forgetting many other peoples who suffer the misfortune of so many wars and armed conflicts in the world.

Our thoughts go also to the Russians who are against the war, who suffer from the lack of freedom, and the abuse of an authoritarian government. Those of us who have suffered violence from the State know the shame and powerlessness caused by having a government that does not represent the will of its citizens.

Cooperatives ensure social justice through the values of mutual aid, equality and economic democracy, and there can be no lasting peace without social justice.

Those who defend cooperative values can never justify the use of violence because war is the opposite of these values.

Because cooperation is democracy, and war annihilates it.

Because cooperation is free will, and war is invasion.

Because cooperation is concern for the community, and war is its destruction.

Until peace is restored, we call for solidarity.

Yes to cooperation among people, among companies, among governments, and among peoples.

No to war.